fotografia di sposi che escono dalla chiesa con coriandoli Come scegliere il fotografo del matrimonio può rivelarsi più complicato di quanto si pensi.

Come scegliere il fotografo del matrimonio

Pubblicato il Pubblicato in Fotografo matrimonio, Sulla fotografia, Wedding photographer

Scegliere il fotografo del matrimonio può rivelarsi più complicato di quanto si pensi.

Ma prima di ogni cosa chiedetevi, vi interessano le foto? Hanno realmente un valore per voi questi ricordi?

Può sembrare banale parlarne, ma siete sicuri di voler conservare un ricordo ben eseguito e duraturo del vostro matrimonio? Potete anche decidere di non avere un fotografo, non c’è una legge che vi obbliga ad averlo. Ricordate che non state decidendo solo per voi, ma anche per la vostra futura famiglia, conosco persone che non hanno foto di quel giorno, e vi assicuro che equivale a non avere un ricordo in famiglia. E quando se ne parla il ricordo porta con se con un velo di tristezza, anche ai figli dispiace di non avere una foto del giorno in cui i genitori si sono sposati. Quindi prima di rispondere a questa domanda chiedetevi se realmente volete dei ricordi di quel giorno, e non delle semplici foto, ricordi che rimarranno in famiglia per molto tempo, e non fidatevi degli amici, che spesso sono interessati a tutto tranne che a farvi una “buona” foto e anche se armati delle migliori intenzioni non è detto che ne siano capaci. Detto questo da quanto tempo aspettate quel giorno fatidico? Quanto tempo state impiegando per organizzarlo? quanti soldi state investendo su quest’evento? Quanto siete quindi disposti a pagare per un fotografo che si occuperà di lasciarvi un ricordo visivo di tutto quello che state organizzando? Nel panorama attuale c’è la possibilità di spaziare molto per la scelta di un fotografo, io posso suggerirvi alcune cose da tener in considerazione:

  1.  Lo stile! Chiedetevi se volete essere ritratti in stile classico in posa o se preferite che tutto si svolga nella maniera più naturale. Io ad esempio amo la naturalezza, cogliere l’istante  sto sempre allerta. Ma questo non mi esime di cercare una buona luce, di cercare la composizione migliore possibile o ricercare la cornice migliore per lo scatto.
  2. Chi verrà? Il fotografo che state interpellando verrà personalmente? Oppure manderà una persona diversa? Chiedete sempre questo particolare assolutamente da non trascurare.
  3. Le foto! chiedete di vedere lavori completi, almeno 3 o 4 matrimoni differenti dall’inizio alla fine, è l’unico modo per capire realmente se vi piace il lavoro del fotografo.
  4. Cosa consegnerà? Avrete i file in alta risoluzione? Non sempre vengono forniti i file e difficilmente in alta risoluzione. Chiedete delucidazioni in merito.
  5. Il contratto! So che sono noiosi, lunghi, ma preoccupatevi se non li vedete, sono garanzia di professionalità e qualità, e di chiarezza nei patti. Leggeteli con attenzione.
  6. Quanto tempo? Spesso si vedono interessanti offerte, prezzi molto bassi, legati però a una copertura dell’evento ridotta all’essenziale, cerimonia in chiesa e alcuni ritratti posati dopo.Pensate a quest’opzione se volete risparmiare un po’. Io scelgo di seguire un solo matrimonio al giorno, dalla preparazione della sposa sino a fine festa, a mio parere una scelta obbligata per un fotografo reportagista.
  7. In ultimo, anche se non in ordine di importanza, scegliete un fotografo che vi stia simpatico e di cui vi fidate, lo so che sembra strano ma è anche una questione di “empatia” il fotografo entra nelle vostre vite per un giorno. Un giorno molto importante. Trovare un professionista simpatico e di cui vi potete fidate vi aiuterà ad essere naturali di fronte all’obbiettivo.
Come scegliere il fotografo del matrimonio

Nicasio Ciaccio

 

 

Rispondi